dettaglio libro selezionato

Trilogia dell'istante

Natina Pizzi

Trilogia dell'istante

anno 2014, 312 pagine, ISBN 978-88-7351-767-2
collana: FUORI COLLANA

“L’istante è quell’ambiguità in cui tempo ed eternità si toccano, e con ciò è posto il concetto di temporalità, in cui il tempo continuamente taglia l’eternità e l’eternità continuamente penetra il tempo”. Nell’istante il tempo taglia l’eternità, scrive Kierkegaard; nell’istante il tempo scardina l’eternità, gli fa eco, con parola ancor più radicale, Natina Pizzi.
Ettore Rocca

Non una rapsodia, ma un canzoniere, come solo poté scrivere Francesco Petrarca e, come di recente, ha potuto realizzare Maria Luisa Spaziani. Un’impresa titanica. Una sfida colossale. Vinta
Pasquino Crupi

E’ quasi un “trionfo della morte” quello che Fortunata Pizzi celebra in questo suo ultimo, bellissimo, testo, perfettamente consapevole, comunque, del paradosso che la vera poesia, anche quando tratta un argomento così “assoluto” e in apparenza nullificante, in effetti sancisce il predominio della vita, essendo sempre, in sé l’espressione creativa, una manifestazione di forza, di reazione al male,al nulla.
Rocco Familiari

Chi entra nei versi di Fortunata Pizzi è subito investito da uno sciame di immagini luminoso come “sole germogliato/che proietta vitalità” e fitto come nebbia (“fiori/coperti da fitta nebbia”). Una miriade di traslati, metafore che viaggiano tra la realtà e il sogno, compresi gli incubi.
Walter Pedullà


I miei istanti sono scritti sulla pelle. Li leggo, al buio, in uno specchio che me li riflette tutti uno per uno, senza obliarne alcuno. Gli istanti sono fumo appuntito.
Natina Pizzi

aggiungi al carrello

20,00


l'autore

Natina Pizzi

Io, Natina Pizzi, poetessa e scrittrice, mi sono cimentata in questa Silloge, ispirandomi alla tela “Viandante sul mare di nebbia” di Caspar David Friedrich.
La passione per la lettura e la scrittura la devo sicuramente a mio padre, uomo colto che mi si presentava sempre, sin da bambina, con un libro in mano.
Oggi, tra Reggio Calabria e Roma, mi presento con quel DNA che scorre nelle vene e con le espressioni folgoranti del flusso di coscienza.
Le mie opere vanno dalla prosa alla poesia e sono:
“?” (prosa)
“Che Senso ha…” (poesia)
“Afrodite” (poesia)
“L’Istante Perfetto” (poesia)
“Lo Spigolo Del Cerchio” (poesia)
“Trilogia dell’Istante” (poesia)
“Al Di Là Del Rosso Sipario” (poesia)
“Luce Spietata” (prosa)
Io viandante da sempre e per sempre mi fermerò non so dove e non so quando e
non saprò se sono viva o morta.
Giorni fa mia figlia ha esordito: «Mamma tu staresti bene nell’altra parte dell’emisfero».
Io pensai: «In quale parte dell’emisfero io sono? Qui l’acqua è fonte».

Altri libri di Natina Pizzi (2) »

dello stesso autore

Poesia dalla roccia

Poesia dalla roccia

Natina Pizzi

15,00

aggiungi al carrello

Al di là del rosso sipario

Al di là del rosso sipario

Natina Pizzi

12,00

aggiungi al carrello

altre proposte

Cinemasessanta n. 308

Cinemasessanta n. 308

AA. VV.

7,50

aggiungi al carrello

Pentedattilo

Pentedattilo

Antonella Flachi

10,00

aggiungi al carrello

Inferno di fango

Inferno di fango

Gianluca Rossellini

15,00

aggiungi al carrello

Serafina

Serafina

Anna Burgio

12,00

aggiungi al carrello

La mafia in Calabria

La mafia in Calabria

Sharo Gambino

16,00

aggiungi al carrello

Araba fenice

Araba fenice

Brigida Berlingeri

10,00

aggiungi al carrello

Fuori Posto

Fuori Posto

AA. VV.

15,00

aggiungi al carrello

Poesie e pagine scelte

Poesie e pagine scelte

Giuseppe Tympani

14,00

aggiungi al carrello

Hopper si fermò ad Archi

Hopper si fermò ad Archi

Nanni Barbaro

15,00

aggiungi al carrello

L'agave

14,00

aggiungi al carrello

Un uomo qualunque

Un uomo qualunque

Rocco Polistena

10,00

aggiungi al carrello

L'oltre che portiamo dentro

L'oltre che portiamo dentro

Vincenzo Filardo

15,00

aggiungi al carrello