dettaglio libro selezionato

Rivoluzione Calabrese

(a cura di)Pasquale Casile, Giovanni La Motta

Rivoluzione Calabrese

Ricordanze inedite di un patriota fuorilegge (Reggio Calabria 1819 - Corfù 1881)

anno 2014, 216 pagine, ISBN 978-88-7351-788-7
collana: TRACCE

Un luogo comune che si è abbastanza radicato nella storiografia ufficiale vuole la Calabria produttrice più di briganti che di seta. Anche questo luogo comune possiede un fondo di verità. Se riflettiamo, infatti, sulle cause prime del brigantaggio politico e del banditismo sociale, l’affermazione rimane per noi parzialmente vera per gran parte degli anni del Viceregno spagnolo e del decennio di dominazione francese: finché la sericoltura ha garantito un relativo grado di benessere anche ai contadini. Alle “vurganti” (operaie calabresi addette al bigatto) e ai piccoli imprenditori del settore, minore è stata l’incidenza dei fenomeni di ribellismo individuale o di rivolta armata per bande, combattuta più o meno consapevolmente dal ceto rurale. Il memoriale di Giovanni La Motta ci mostra questo aspetto e altri della società, riportandoci alle cause reali della rivolta meridionale all’immobilismo borbonico.

aggiungi al carrello

15,00


gli autori

(a cura di)Pasquale Casile

Pasquale Casile, nato a Melito Porto Salvo (RC) nel giugno del 1973, si è laureato in Lettere Moderne presso l’Università di Messina. E’ Uno dei maggiori studiosi-critici-militanti della questione grecanica, che rappresenta il lato più infermo e meno riguardato della questione meridionale. Ha pubblicato presso l’IRSSEC (Istituto Regionale degli Studi Elleno-Calabri)- dove è anche membro del Comitato Scientifico – i primi due numeri dei “Quaderni di cultura greco-calabra”. E’ stato borsista presso l’Università di Atene. Ha tenuto corsi di lingua grecanica nelle scuole primarie e secondarie, lavorando anche per conto della provincia di Reggio Calabria allo Sportello Linguistico di Bova, come interprete e traduttore di lingua greca e greco-calabra. Ha scritto e tradotto racconti in grecanico, stampando in proprio nel 2002 il libro “Dèi e Zangrèi”, con il quale ha voluto offrire un risposta plausibile al tema delle origini “ex temporibus antiquis” del greco bovese. Attualmente vive a Bova Marina, insegna nella Scuola Media di Africo e collabora attivamente con le associazioni e i circoli culturali calabro-lombardi.

altre proposte

Terre promosse

Terre promosse

Paola Abenavoli

18,00

aggiungi al carrello

Chartulae

Chartulae

Carlo Capuano

8,00

aggiungi al carrello

Brancaleone

Brancaleone

Vincenzo De Angelis

13,00

aggiungi al carrello

Trilogia dell'istante

Trilogia dell'istante

Natina Pizzi

20,00

aggiungi al carrello

Archeologia in Aspromonte

Archeologia in Aspromonte

Erminia Nucera

15,00

aggiungi al carrello

La solitudine dell'ape regina

La solitudine dell'ape regina

Giuseppe Jacopetta

14,00

aggiungi al carrello

Merito trasparenza anticorruzione

Merito trasparenza anticorruzione

Giuseppe Strangio

20,00

aggiungi al carrello

Istantanee musicali

Istantanee musicali

Roberta Piccirillo

8,00

aggiungi al carrello

La colonia felice

La colonia felice

Ahmad Rafiq Awad

10,00

aggiungi al carrello

L'ultimo dei salvati

L'ultimo dei salvati

Francesco Greco

18,00

aggiungi al carrello

Non c'è più l'Italia

Non c'è più l'Italia

Gregorio Fiozzo

12,00

aggiungi al carrello

Guida di Reggio Calabria

Guida di Reggio Calabria

Gabriele Fava

14,00

aggiungi al carrello